Passa ai contenuti principali

Post

Ryan Adams, Sara Bareilles e Cyndi Lauper rendono omaggio a Tegan and Sara

Spiccano i nomi di Ryan Adams, Sara Bareilles e Cyndi Lauper nella tracklist dell'album che celebra i dieci anni di "The Con", il quinto album di Tegan and Sara.  Pubblicato nel luglio del 2017 per la Sire Records, l'album raggiunse la posizione numero 4 nelle classifiche canadesi e la numero 34 in quelle americane, ottenendo unanimi consensi di critica e  imponendo all'attenzione del pubblico le due gemelle canadesi. In occasione del decimo anniversario del disco esce ora questo interessante Tegan and Sara Present The Con X: Covers i cuo proventi andranno alla loro fondazione a favore dei diritti LGBTQIA. Questa la tracklist che ripropone le 14 tracce del disco originale più numerose bonus
1. Ruth B. – I Was Married [01:32]
2. Muna – Relief Next to Me [02:54]
3. Shura – The Con [04:23]
4. Mykki Blanco – Knife Going In [03:18]
5. PVRIS – Are You Ten Years Ago [04:38]
6. Ryan Adams – Back in Your Head [03:08]
7. City and Colour – Hop a Plane [02:39]
8. Kelly Lee Owens – …
Post recenti

Raphael Gualazzi: la cover di Imagine di John Lennon

Un flop non solo di ascolti per Celebration, il nuovo programma del sabato sera di Rai 1 condotto da Neri Marcorè e Serena Rossi. Davvero poche dal punto di vista musicale le cose interessanti viste nel corso della prima puntata dello show, con la regia di Duccio Forzano, dedicata ai “re del pop”. Molte cover eseguite senza alcuna originalità, appiattite dall'orchestra diretta dal maestro Adriano Pennino, e spesso cantate in un inglese davvero approssimativo. Il risultato è parso un mix tra “Tale e Quale” e “Music” di Paolo Bonolis (ma con risultati molto peggiori).
Tra le poche interpretazioni degne di nota, una rilettura di “Imagine” cantata da Raphael Gualazzi. Si tratta però di una cover che il pianista marchigiano ha da tempo in repertorio e ha spesso eseguito con il medesimo “coraggioso” arrangiamento nel corso delle sue esibizioni live.

La versione originale di "Imagine" risale al 1971 e non ha bisogno di molte presentazioni, essendo una delle canzoni di pace pi…

Shed Seven: ascolta la cover di Don't Get Me Wrong

Con quattro album pubblicati in carriera (di cui i primi tre entrati nella Top 20 in UK) gli Shed Seven hanno avuto un ruolo di rilievo nella scena Brit Pop degli anni 90, nonostante lo scarso successo ottenuto in Italia.Ora la band di York sta per tornare con un nuovo album intitolato "Instant Pleasures" che arriva a 16 anni dal precedente lavoro in studio, e da un tour che partirà nel prossimo Dicembre.
Introitato il gruppo ha cominciato a "scaldarsi" con una partecipazione al
Radio 2 Breakfast Show, la trasmissione condotta da Chris Evans. Nel corso della puntata andata in onda venerdì scorso - 13 ottobre - Rick Witter e compagni hanno eseguito una cover di "Don't get me wrong" dei Pretenders datata 1986.
Scritta da Chrissie Hynde, la canzone divenne il maggior successo commerciale della band arrivando nel numero 10 sia nella classifica UK che in quella USA. La cantante ha raccontato alla VH1 di aver avuto l'idea della melodia durante un vol…

John Denver: una cover inedita a 20 anni dalla morte

Per celebrare il 20 esimo anniversario della scomparsa di John Denver, è stata pubblicata una cover si The Blizzard di Judy Collins che il celebre cantante country aveva registrato come "demo" nei primi anni Novanta.
«È una tipica versione alla John Denver – ha dichiarato a Billboard Brian Schwartz, responsabile del John Denver Estate – ci fa piacere onorare la sua memoria pubblicando questo brano che abbiamo trovate nei suoi archivi. L’abbiamo mixato e masterizzato. I fan di Denver sono quasi dei fanatici e impazziranno nel sentirla».
Nota anche come "The Blizzard (The Colorado Song)" la versione originale della canzone fu pubblicata dalla Collins nel suo album "Fires of Eden" del 1990.
John Denver - che nel corso della sua carriera ha venduto oltre 33 milioni di dischi - inviò una demo del brano alla cantante, poco prima della sua tragica scomparsa avvenuta il 12 Ottobre del 1997. La cover di The Blizzard sarà inserita nell'album John Denver: The W…

Gary Barlow: la cover di She's On My Mind

Anche Gary Barlow si è seduto al piano di Elton John per il programma radiofonico della BBC
Radio 2's Piano Room. L'ex Take That - che ha in questi giorni annunciato un nuoco tour da solista di 34 date per il prossimo anno - ha eseguito una cover dal vivo di "She's On My Mind", il singolo nuovo del giovane collega JP Cooper.
Scritta insieme a Teemu Brunila, Benjamin McIldowie e Jon Cobbe Hume, la canzone fa parte del disco di debutto del 33enne cantante di Manchester intitolato "Raised Under Grey Skies".

Nel corso della trasmissione condotta da Ken Bruce, Barlow ha anche cantato un classico dei Take That, la celebre "Back For Good".
Non la migliore puntata della stagione. Cover eseguita in modo dignitoso, con il solo ausilio del pianoforte (come suggerito dal titolo della trasmissione).

Robert Plant: nel nuovo album un duetto con Chrissie Hynde

C’è anche una cover tra le tracce del nuovo album di Robert Plant. Si tratta di “Bluebirds Over the Mountain” un classico rockabilly scritto da Ersel Hickey nel 1957 che qui compare in una interessante versione dai suoni trip hop cantata in coppia con Chrissie Hynde dei Pretenders. La versione originale raggiunse solamente la posizione 75 della classifica di Billboard, ma i seguito venne ripresa con successo da Richie Valens e dai Beach Boys, che pubblicarono il brano nel 1969 in un singolo passato alla storia soprattutto per la B Side "Never Learn Not to Love" scritta da Charles Manson.
Esiste anche una  "versione italiana" del brano: venne pubblicata nel 1971 da Dori Ghezzi con il titolo di "Gli occhi di quella" e un testo in italiano di Paolo Limiti.

L’album “Carry Fire” – undicesimo lavoro da solista nella carriera dell’ex voce dei Led Zeppelin- verrà ufficialmente pubblicato domani Venerdi 13 Ottobre. Alla faccia della scaramanzia.

Mauro Ermanno Giovanardi: la cover di Baby Dull

Dopo "Aspettando il sole" di Neffa, è “Baby Dull” degli Üstmamò il nuovo singolo
di Mauro Ermanno Giovanardi.
La cover è stata realizzata con la partecipazione di Rachele Bastreghi dei Baustelle e fa parte dell'album “La Mia Generazione”, dieco nel quale Giovanardi interpreta alla sua maniera alcune delle migliori canzoni della scena indie italiana degli anni 90. «Era necessario farsi capire - ha spiegato a Rolling Stone l'ex La Crus - Scrivere in italiano ed essere credibili. Fu un momento importantissimo, una congiunzione astrale unica. Le major intuirono che valeva la pena investire in quel sottobosco musicale» .
La versione originale di "Baby Dull" fu pubblicata nel 1996 e fu il maggior successo nella carriera della band emiliana scoperta da Giovanni Lindo Ferretti e da Massimo Zamboni.
Il testo della canone era firmato da Mara Redeghieri, cantante del gruppo.
La canzone - che faceva parte del terzo album del gruppo Üst prodotto da Roberto Vernetti…